Newsletter del 24 novembre 2014

 

vuoi iscriverti alla nostra newsletter?
clicca qui
Non vedi correttamente questa newsletter?
clicca qui.

Libreria Utopia via Marsala, 2 Milano MM Piola libreriautopiamilano@gmail.com

Newsletter del 24 novembre 2014
a cura di Libreria Utopia

Nota: per usare i link interni leggi la newsletter qui

In questo numero:

Ricordiamo gli appuntamenti di questa settimana

Mecoledì 26 novembre alle ore 19.00, presentazione del libro di Filippo Maria BattagliaLei non sa chi ero io! La nascita della casta in Italia, Bollati Boringhieri
Con l’autore intervengono Gherardo Colombo e Peter Gomez

Venerdì 28 novembre alle ore 19.00 presentazione dell’antologia poetica di Mariella Meher, Ognuno incatenato alla sua ora, Einaudi

Sabato 29 novembre alle ore 19.00, presentazione del volume Legge, desiderio, capitalismo. L’anti-Edipo tra Lacan e Deleuze, Bruno Mondadori

Gli Utopini tornano a giocare alla Libreria Utopia con i Laboratori del Metodo Bruno Munari® (errata corrige: i laboratori a sosrpesa del giovedì sono il 4/12 e 11/12)

Ed ecco gli appuntamenti di dicembre

Martedì 2 dicembre alle ore 19,00 Céline Minard presenta il suo libro Per poco non ci lascio le penne, Edizioni 66THA2ND

Giovedì 4 dicembre alle ore 19,00 Itaca, andata e ritorno: conversazione con Eva Cantarella


Martedì 2 dicembre alle ore 19,00 Céline Minard presenta il suo libro Per poco non ci lascio le penne, Edizioni 66THA2ND

3

Céline Minard
Per poco non ci lascio le penne
Edizioni 66thA2ND
traduzione di Elena Sacchini

Una carovana di personaggi singolari percorre le sconfinate praterie del West. Una vecchia moribonda viaggia urlando di dolore su un carro sgangherato in compagnia dei figli, del nipote Josh e della misteriosa ragazzina Xiao Niù, che hanno trovato lungo il cammino. Cercano una terra dove fermarsi. Altrove, la giovane Acqua-che-scorre-nella pianura, rimasta sola dopo la morte di tutti i membri della sua tribù, salva un uomo di nome Gifford, arso dalla sete e dalla febbre. C’è poi Zébulon, in fuga, carico di denaro e intenzionato a mettere su un’impresa di bagni pubblici. Ed Elie Coulter, che vaga a piedi finché si imbatte in un cavallo incustodito e lo ruba scatenando le ire del proprietario, Bird Boisverd.
Teatrale, drammatica, burlesca, Minard costruisce una storia densa ed esilarante, abitata da questi e tanti altri personaggi impegnati a ribaltare i cliché e gli archetipi dell’America delle origini.
Con l’autrice interviene Alessandro Mari

Céline Minard è nata a Rouen nel 1969. Dopo gli studi in Filosofia si è dedicata alla scrittura. Già autrice di sette romanzi, con Per poco non ci lascio le penne ha vinto nel 2013 il Prix Virilo e il Prix du Style e nel 2014 il prestigioso Prix du Livre Inter

Alessandro Mari ha cominciato giovanissimo a lavorare per l’editoria, come lettore, traduttore e ghostwriter. Con Troppo umana speranza (Feltrinelli, 2011; premio Viareggio-Rèpaci 2011). Con Feltrinelli ha pubblicato anche Gli alberi hanno il tuo nome (2013) e, nella collana digitale Zoom, il romanzo a puntate Banduna.


Giovedì 4 dicembre alle ore 19,00 Itaca, andata e ritorno: conversazione con Eva Cantarella

Oltre a essere una studiosa di fama internazionale, Eva Cantarella è una delle penne più vivaci e di maggior successo nel panorama della saggistica italiana. Al di là dei manuali e degli studi scientifici, la sua produzione include diverse opere di divulgazione per i tipi di varie case editrici, recentemente e tra le altre Laterza, Il Mulino, Feltrinelli e Utet. Interviene spesso nelle pagine della cultura delle principali testate nazionali. Solo nell’ultimo anno, ha pubblicato due nuovi titoli: Ippopotami e sirene: i viaggi di Omero e di Erodoto (Utet 2014) e Perfino Catone scriveva ricette (Feltrinelli 2014). Due libri molto diversi l’uno dall’altro, che esplorano, con occhio moderno, aspetti affascinanti del mondo classico greco e romano.

Ippopotami e sirene è un saggio dedicato al tema del 3viaggio. In esso Cantarella, con una prosa avvincente e una ricca serie di esempi e di aneddoti insoliti e accattivanti, mette a confronto le esperienze di Erodoto e di Omero, il primo un viaggiatore vero che riunisce le storie e le geografie del mondo dentro e fuori dai confini della Grecia, il secondo l’autore di una grande opera pedagogica e fortemente metaforica, che narra di luoghi immaginari, magici e simbolici ed esplora i confini del viaggio dell’uomo verso se stesso.

3Perfino Catone scriveva ricette è una raccolta eterogenea di saggi, apparsi in origine sulle pagine del Corriere della Sera, e dedicati ai più vari aspetti della cultura romana nella vita quotidiana e nella letteratura, dalla famiglia alla cucina, dalla cura del corpo alla concezione della donna.

Eva Cantarella, intervistata dall’orientalista Federico Giusfredi (Babilonia e le sue storie, Bruno Mondadori 2012), parlerà dei suoi ultimi lavori e della sua esperienza di scrittrice e di studiosa.

A presto e buone letture!

Ricevi questa mail perché sei iscritto alla newsletter della Libreria Utopia, via Marsala, 2 20121 Milano

 

 

 

This email was sent to *|EMAIL|*

why did I get this? unsubscribe from this list update subscription preferences

*|LIST:ADDRESSLINE|**|REWARDS|*