Newsletter del 22 gennaio

 

vuoi iscriverti alla nostra newsletter?
clicca qui
Non vedi correttamente questa newsletter?
clicca qui.

Libreria Utopia via Vallazze,34 Milano MM Piola libreriautopiamilano@gmail.com

Newsletter del 22 gennaio 2014
a cura di Libreria Utopia

Nota: per usare i link interni leggi la newsletter qui

Cari Lettori, buon anno! In questa newsletter troverete il programma delle iniziative della libreria per i mesi di febbraio e marzo, presto torneremo con i nostri consigli e le nostre recensioni.

In questo numero:


Martedì 5 febbraio ore 18.30 presentazione di La meravigliosa vita di Jovica Jovic, di Moni Ovadia e Marco Rovelli, Ed. Feltrinelli

3
Moni Ovadia e Marco Rovelli,
La meravigliosa vita di Jovica Jovic
Feltrinelli

Storie, leggende, ricordi, lettere, fiabe e tanta, tanta musica: il racconto di una vita per entrare nel mondo del popolo rom.

In breve
“Mio bisnonno è morto a centosei anni con il violino in mano. Io ho cominciato a suonare da bambino. La musica tzigana si suona in maniera diversa: non con le note, ma con il cuore. Chi suona con il cuore quello che sente, piange. Prima piange quello che suona, poi piange quello che sente. E questo a noi ce l’ha lasciato Auschwitz.”

Con l’autore interviene Lucio Morawetz.


Venerdì 14 febbraio ore 21.00: In difesa della psicoanalisi, presentazione del libro di Simona Argentieri, Stefano Bolognini, Antonio Di Ciaccia e Luigi Zoja, Ed. Einaudi

3
Simona Argentieri, Stefano Bolognini, Antonio Di Ciaccia e Luigi Zoja
In difesa della psicoanalisi
Einaudi

Questo volume rappresenta l’appassionata difesa di una disciplina sotto attacco, firmata da quattro prestigiosi psicoanalisti. Il libro è volto a riaffermare le ragioni profonde della psicoanalisi, la sua validità disciplinare, la sua vitalità nel terzo millennio. Elemento chiave dell’opera è il fatto di essere firmata da quattro psicoanalisti di formazione diversa (due freudiani, uno junghiano, un lacaniano), tutti impegnati quotidianamente in attività sia cliniche che saggistiche. Mettendo da parte antiche divergenze e moderne diatribe tra scuole e modelli, essi riconoscono la comune radice culturale, declinandola ciascuno a suo modo, dal punto di vista teorico e clinico.

Qui potete leggere un estratto dal libro.
Inrevengono: Antonio Di Ciaccia e Luigi Zoja

Antonio Di Ciaccia, allievo di Lacan, è psicoanalista e membro della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi e dell’Association Mondiale de Psychanalyse. Nel 2013 ha curato l’edizione italiana degli Altri scritti di Lacan (PBE).
Luigi Zoja, psicoanalista di fama mondiale, è stato presidente dell’Associazione Internazionale di Psicologia Analitica e ha vinto due Gradiva Award. Fra i suoi libri: Il gesto di Ettore. Preistoria, storia, attualità e scomparsa del padre (2000), Storia dell’arroganza (2003), Giustizia e Bellezza (2007), La morte del prossimo(Einaudi, 2009).


Sabato 15 febbraio ore 18.30 presentazione di L’anarchismo oggi, un pensiero necessario, a cura di Luciano Lanza, Ed. Mimesis

3
Luciano Lanza (cur.)
L’anarchismo oggi, un pensiero necessario
Mimesis

Oggi il pensiero anarchico si presenta come uno dei più originali e convincenti in un contesto caratterizzato dalla «crisi delle ideologie». E non è un caso che l’anarchismo si sottragga a questa crisi generalizzata: non è mai stato un’ideologia nel senso pieno del termine, ma una teoria e una pratica della libertà, dell’eguaglianza e della diversità. Ed è anche per questo suo aspetto poliedrico e al contempo omogeneo (contraddizione solo apparente) che è riuscito a influenzare quasi tutti i campi del sapere e dell’arte contemporanei. Incredibile a prima vista, ma vero.

Scritti di: Michael Albert, Noam Chomsky, Eduardo Colombo, Giulio Giorello, David Graeber, Serge Latouche, Pietro Adamo, Massimo Amato, Amedeo Bertolo, Alberto G. Biuso, Stefano Boni, Franco Bunčuga, Francesco Codello, Verena De Monte, Marianne Enckell, Fabrizio Eva, Andrej Grubacic, Saul Newman, Lorenzo Pezzica, Salvo Vaccaro

Intervengono: Alberto Giuseppe Biuso, Luciano Lanza, Lorenzo Pezzica


Domenica 16 febbraio, inizio del corso di introduzione al waka, poesia giapponese

LA POESIA GIAPPONESE: NON SOLO HAIKU
Ovvero un universo in 31 sillabe .Introduzione al waka, la poesia giapponese. A cura di Rossella Marangoni

Un corso introduttivo alla poesia giapponese classica e moderna che è anche un viaggio affascinante nella cultura giapponese. In programma: Kotodama, il potere della parola alle sorgenti della poesia giapponese. Tecnica e artifici del waka in 31 sillabe.“La poesia giapponese ha per radici il cuore dell’uomo”: temi ed estetica delle antologie imperiali.“In sogno verrò da te stanotte”: il waka messaggero d’amore e non solo nei capolavori della letteratura in prosa. “Nella mia testa tutto era poesia”: il tanka moderno. E per finire… un piccolo laboratorio di scrittura.

Qui potete trovare informazioni dettagliate su date e costi


Martedì 11 marzo ore 18.30 introduzione a due grandi scrittori del Novecento: Andre Dubus & John Williams

Nicola Mauppelli, critico e traduttore ci accompagnerà attraverso l’opera di due grandi scrittori americani del Novecento: Andre Dubus e John Williams

3
Andre Dubus (1936-1999) – è uno dei più raffinati narratori americani del Ventesimo secolo. Amico e allievo di Richard Yates e Kurt Vonnegut, celebrato da Stephen King, John Irving, Elmore Leonard, John Updike, Dubus è stato anche saggista, biografo e sceneggiatore, aggiudicandosi svariati premi letterari.
Da Non abitiamo più qui, edito da Mattioli 1885 nel 2009, è stato tratto il fortunato film di John Curran I giochi dei grandi, vincitore del Sundance film Festival. Voci dalla luna è uscito nel 2011.
Nel 2012 è uscito Il padre d’inverno. Da Killings, primo racconto di quella raccolta, Todd Field ha tratto il pluripremiato film In the Bedroom.
Ballando a notte fonda è l’ultima raccolta di racconti di Andre Dubus e la prima a seguire l’incidente che lo mise per sempre su una sedia a rotelle.

3
John Edward Williams

(1922-1994), nato in Texas da una famiglia di contadini, partecipò alla seconda guerra mondiale in India e Birmania. Al suo rientro si trasferì a Denver, in Colorado, dove rimase tutta la vita insegnando all’Università. Oltre a Stoner (1965) è autore di tre romanzi: Nothing but the night (1948), Butcher’s Crossing (1960) -pubblicati da Fazi – e Augustus ( 2010), vincitore del National Book Award.

Nicola Manuppelli, classe 1977, è uno scrittore e traduttore di autori americani e irlandesi. Ha pubblicato racconti brevi e lunghi in varie antologie e lavorato come giornalista e autore per varie riviste, fra cui D di Repubblica, Numèro, Vibrisse, Lettera. È redattore della rivista Satisfiction, collaboratore del magazine americano Xavier Review e traduttore e consulente editoriale per la casa editrice Mattioli, oltre a dirigere una collana di poesia americana per l’editore romano Leconte. Dirige da tre anni il corso di Creative Writing presso il comune di Rozzano (Mi) e i corsi di letteratura americana presso il Bistrò del Tempo Ritrovato, a Milano. Ha portato per la prima volta in Italia i lavori di Andre Dubus, Larry Brown ed Ernest Gaines.

A presto e buone letture!

Ricevi questa mail perché sei iscritto alla newsletter della Libreria Utopia, via Vallazze, 34 20131 Milano

 

 

This email was sent to *|EMAIL|*

why did I get this? unsubscribe from this list update subscription preferences

*|LIST:ADDRESSLINE|**|REWARDS|*